Chi pratica lo Iaido?

Persone alla ricerca di una Disciplina che fa crescere interiormente, alla ricerca dell’equilibrio tra Corpo e Mente, comunque sempre, impressa di Marzialità. La Via dello Iaido è “la Via dell’Unione dell’Essere”, una Via di Pace. La Via dell’estrazione della Katana (spada giapponese), ma la spada è solo un mezzo. Lo scopo ultimo è acquisire una Elevata Consapevolezza, Tecnica ed Equilibrio interiore così Armonico dal non dover necessariamente combattere l’avversario, perché la Pratica è rivolta verso di Noi è un combattimento con e contro noi stessi.

Saya No Uchi de Kasu

(Vincere con La Spada nel Fodero)

Tutti: uomini, donne (in salute), di qualsiasi età e ragazzi possono praticare lo Iai senza nessun timore. Si comincia con un Bokuto di Legno (spada di legno), quando poi si acquista una certa dimestichezza con i Kata (forme) si passa ad uno Iaito (Copia identica alla Katana ma senza filo e molto più leggera fatta di una lega speciale) – Solo a livelli di tecnica elevati “Dan” si può usare lo Shinken (Katana a tutti gli effetti).

L’ “etichetta” è fondamentale, il Rispetto reciproco tra i compagni, per la Katana e per il Dojo (luogo di pratica) fa crescere l’essere umano rendendolo migliore anche fuori dal proprio Dojo, perché la pratica è un flusso che porteremo dentro di Noi e farà parte anche della nostra vita quotidiana. Ovviamente il percorso si fa, solo, ma tutti insieme, il Nostro avversario è il riflesso di noi stessi, un avversario immaginario, sperimentando i 12 Kata (forme di situazioni reali nella quale i Samurai si sono trovati).

Quali sono i benefici?

Una corretta postura, una Meditazione in movimento che mette in moto i muscoli nella rilassatezza, un buon equilibrio psico-fisico, una consapevolezza e pace interiore che attraverso l’allenamento ci svuota da tuta la negatività e le tensioni della Vita quotidiana attraverso la Pratica per infine ritrovare valori ormai dimenticati…